Blog

Parliamo di argot

L’argot che con l’uso è entrato nel francese corrente conserva in parte la sua natura di linguaggio alternativo, non sempre facile da dominare. Alcuni termini gergali sono diventati però così diffusi e ricorrenti da rendere più agevole il lavoro di comprensione. Personalmente mi ha aiutato molto leggere Pennac, che fa un buon uso del linguaggio…
Leggi tutto

Legumi e falsi amici

Torniamo a parlare di falsi amici… Iniziamo con “la loupe”, che in francese non è la lupa ma la lente di ingrandimento. Il femminile di loup (lupo) è invece “louve”. La “souris” è il topo o il mouse del computer, non il sorriso. Se si vuole fare un complimento a qualcuno allora molto meglio dire…
Leggi tutto

Bravo!

Parole italiane in lingua francese ne abbiamo? Sì, anche se utilizzate a volte in modo un po’ diverso. Ad esempio “Ciao!” si usa, ma per solo per congedarsi, non quando si arriva. Arrivando meglio un “Salut!”. “Bravo!” (accento sulla o) si usa moltissimo, mai declinato, vale anche per il femminile. Per complimentarsi, a volte in…
Leggi tutto

Recette ou ordonnance?

Qualche dritta per non cadere in errore tra le tante sfaccettature della lingua francese. L’aggettivo “nuovo” in italiano si usa sia per una cosa mai usata che per qualcosa che prima non c’era. Il francese distingue: “neuf” (“neuve” al femminile) per qualcosa appena uscito dalla fabbrica, “nouveau” (nouvelle al femminile) per qualcosa di inedito. Quindi…
Leggi tutto

Una parola, tanti significati ;)

  In italiano con la parola “inclinazione” indichiamo, a seconda del contesto, una pendenza rispetto a un piano oppure un’attitudine, una disposizione personale verso qualcosa. Il francese, per la gioia di tutti, usa due termini distinti: “inclinaison” (pendenza) e “inclination” (attitudine, propensione). Non è l’unico caso. Vediamone altri. Un “incidente” in italiano può essere sia…
Leggi tutto

Coup de foudre ;)

Traducendo dal francese può capitare abbastanza di frequente di imbattersi in locuzioni che iniziano con “coup de…” (colpo di…). Non sempre però è possibile tradurre letteralmente. Avremo ad esempio espressioni che si traducono parola per parola come coup de foudre (colpo di fulmine), ma anche altre che sono rese in italiano con un’unica parola: “coup…
Leggi tutto

Come un ghiro ;)

Dormito bene? 😴😴😴 Anche in francese si usa l’espressione “dormire come un ghiro” (dormir comme un loir), che in Canada più facilmente diventa “dormir comme une bûche” (un ciocco), in evidente analogia con l’inglese “sleep like a log”. In alternativa, sempre quando si dorme profondamente, lo si fa “à poings fermés” a pugni chiusi, oppure…
Leggi tutto

Benvenuto autunno!

Tradurre i nomi degli alberi in francese richiede attenzione e un po’ di studio, perché a differenza di quanto avviene con i nomi dei fiori, che per assonanza in molti casi facilitano il lavoro, quando si parla di piante la faccenda si complica. Avremo ad esempio “érable” per l’acero, “sapin” per l’abete (a Natale le…
Leggi tutto

Alcoolique ou alcoolisé?

Torniamo a parlare di falsi amici che potrebbero causare qualche incomprensione parlando in francese o traducendo. È chiara a tutti la differenza in italiano tra alcolico (che contiene alcool) e alcolizzato (che abusa in forma cronica della sostanza). Il francese, se ragioniamo per assonanze, inverte i due significati: avremo quindi “alcoolique” per indicare un alcolizzato,…
Leggi tutto

Accordi e disaccordi

In Vallonia due professori di francese hanno proposto, attraverso un articolo pubblicato da Libération il 3 settembre, una modifica sostanziale della regola grammaticale francese che stabilisce come accordare correttamente il participio passato all’interno di una frase. Dal Belgio la discussione si è ovviamente estesa a tutto il mondo francofono. Ripassiamo brevemente questa regola, per alcuni…
Leggi tutto