Autore: Daniela Dall'Alba

Roule ma poule!

Ci sono diversi modi di dire francesi nei quali ritroviamo nomi di animali (ne abbiamo già parlato qui e qui) e più di un’espressione vede protagonista la poule, la gallina. “Avoir la chair de poule” si può tradurre con l’espressione italiana “avere la pelle d’oca”. Cambia l’animale protagonista, ma non il senso. All’inverso, per uno…
Leggi tutto

Diffidare da o diffidare di?

Diffidare da o diffidare di? Nel dubbio va tenuto presente che questo verbo ha due significati. Il primo, non fidarsi, regge la preposizione di. Si diffida perciò di qualcuno o di qualcosa: “Diffidate delle imitazioni!”. Se invece è utilizzato per invitare risolutamente qualcuno a interrompere/non compiere una determinata azione diffidare regge la preposizione da: “La diffido…
Leggi tutto

À relire – Jules Verne

L’8 febbraio 1828 nasce a Nantes Jules Verne, conosciuto come autore di libri d’avventura per ragazzi e come precursore della science fiction moderna, decisamente sottovalutato dalla critica, almeno fino a metà del Novecento, per quanto riguarda l’interpretazione del significato più profondo di molti dei suoi romanzi. È soprattutto il confronto tra i temi ricorrenti nella…
Leggi tutto

Chanson des escargots qui vont à l’enterrement (Jacques Prévert)

✒️ Una poesia di Prévert tra le mie preferite. È la storia di due lumachine che una sera d’autunno si avviano al funerale di una foglia morta e quando finalmente arrivano… È già primavera. Sono molto deluse ma il sole saprà come consolarle. 🎶 Il brano è tratto da “Jacques Prévert enchante Paris” e interpretato…
Leggi tutto

Il fait frais

In francese fresco si traduce “frais” (al femminile fraîche) e questo vocabolo si utilizza sia per indicare la temperatura dell’aria (“il fait frais”), sia, come in italiano, per indicare qualcosa di nuovo o recente (“des nouvelles fraîches”, delle notizie fresche). Fresco può essere anche il viso, l’aspetto, quando è riposato (“avoir le teint frais”).  🌱 “Frais”…
Leggi tutto

La Meute, 1969

“Parigi ha i suoi luoghi dannati. L’attraversamento pedonale di Place de la Concorde si trova nel punto in cui due secoli fa si ergeva la ghigliottina. Oggi alcune persone estremamente agili riescono a sfuggire al branco di automobilisti. Per assistere allo spettacolo da vero sadico la terrazza del ministero della Marina offre un eccellente punto…
Leggi tutto

Comme un roman

«Quel che abbiamo letto di più bellolo dobbiamo quasi sempre a una persona cara.Ed è a una persona cara che subito ne parleremo.Forse proprio perché la peculiarità del sentimento,come del desiderio di leggere, è il fatto di preferire.Amare vuol dire, in ultima analisi,far dono delle nostre preferenze a coloro che preferiamo.E queste preferenze condivise popolano…
Leggi tutto

Se rappeler, se souvenir

Se rappeler oppure se souvenir? Entrambi i verbi significano ricordare, e si ritrovano in contesti molto simili (anche se quando l’oggetto del ricordo è una persona si utilizza più spesso se souvenir). Ma per parlare e scrivere correttamente è importante soprattutto non confonderli nella costruzione della frase. Come spiega l’Académie française, se rappeler è un…
Leggi tutto

Tous les garçons et les filles…

“Dans les serres de la ville, une plante verte chante la vie” scriveva di lei Jacques Prévert nel 1965. Françoise Hardy è entrata nella scena musicale francese a soli 18 anni, nel 1962, con il singolo “Tous les garçons et les filles”. La storia del suo primo successo è particolare, perché la canzone è stata…
Leggi tutto

Attenti al gorilla ;)

La musica d’autore è stata più volte un punto d’incontro tra Italia e Francia, in particolare penso alla grande ammirazione di Fabrizio De André per Georges Brassens, artista scoperto grazie al padre e dichiarata fonte di ispirazione. Sono nati così adattamenti eccellenti di canzoni come “Le gorille”, scritta nel dopoguerra da Brassens, uscita nel 1952…
Leggi tutto