Roule ma poule!

Roule ma poule!

Ci sono diversi modi di dire francesi nei quali ritroviamo nomi di animali (ne abbiamo già parlato qui e qui) e più di un’espressione vede protagonista la poule, la gallina.

“Avoir la chair de poule” si può tradurre con l’espressione italiana “avere la pelle d’oca”. Cambia l’animale protagonista, ma non il senso. All’inverso, per uno strano caso, quelle che noi chiamiamo “zampe di gallina”, ovvero le rughe attorno agli occhi, in francese sono “pattes d’oie”, letteralmente zampe d’oca.

Être une poule mouillée (letteralmente una gallina bagnata) significa essere un fifone.

“Quand les poules auront des dents” (quando le galline avranno i denti) è un’espressione che si utilizza per dire che una cosa non accadrà mai.

“Roule ma poule!” è un’espressione familiare che sta per “ok”, “andiamo”, “si fa”.

“Tuer la poule aux œufs d’or” letteralmente uccidere la gallina dalle uova d’oro, rimanda alla favola di Esopo e si usa quando per avidità e impazienza si finisce per perdere anche la fortuna che già si possiede (chi troppo vuole… nulla stringe!).